1. Pagina iniziale
  2. Trail running per principianti
Trail running

Trail running per principianti

17. maggio 2022

Il trail running abbina in maniera ideale l'impegnativo sport di resistenza all'esperienza nella natura. Ma di fatto cos'è il trail running? E come si comincia a praticarlo? Ti illustriamo le basi.

Cos'è il trail running?

Quando ti diverti a fare jogging su un sentiero boschivo in un parco, probabilmente non ti consideri affatto un trail runner. In senso stretto, però, lo sei. Il termine «trail running» comprende infatti tutti i tipi di corsa su sentieri o percorsi lontani da piste appositamente create e strade asfaltate. In quanto principiante di trail running, corri quindi tipicamente su sentieri di ghiaia, boschivi, nei prati oppure su piste finlandesi. Le forme più estreme del trail running prevedono invece anche percorsi su pietre e detriti in terreni alpini.

Tra l'altro, per il trail running non è necessario completare tutti i tratti del percorso a tempo di corsa. A seconda delle salite, discese o condizioni del terreno sarebbe del tutto impossibile, controproducente o addirittura pericoloso. Se si pensa al trail running, non si parla in primo luogo di velocità (fatta eccezione per il cross speed), bensì di esperienza sportiva nella natura.

Cosa ha di speciale il trail running?

Il trail running si svolge all'aperto nella natura e viene quindi considerato una forma particolarmente genuina della corsa. Date le asperità del terreno, questo tipo di corsa richiede altresì una grande capacità di coordinamento e concentrazione e sollecita un numero superiore di gruppi di muscoli rispetto alla corsa sull'asfalto. In confronto, il trail running viene pertanto visto come un workout più completo.

Quali forme di trail running esistono?

In linea di principio il trail running viene suddiviso in quattro categorie, che risultano dal tipo di terreno su cui si corre, dall'intensità e dalla velocità. 

  • Il cross running è una forma mista di corsa su asfalto e trail running su una superficie naturale. Per questa categoria, la corsa comincia direttamente davanti alla porta di casa, ragione per cui, soprattutto nelle aree urbane, almeno all'inizio e alla fine la corsa si svolge sull'asfalto.
  • Il cross trail ha luogo esclusivamente su superfici naturali, su terreni un po' più impegnativi e con qualche dislivello da affrontare.
  • Il cross adventure è il trail running per esperti. Spesso praticato su terreni alpini con salite e discese estreme nonché ostacoli naturali, il cross adventure richiede un elevato livello di forma fisica e un'eccellente capacità di reazione e coordinamento. 
  • Il cross speed si focalizza sulla velocità e rappresenta pertanto la variante più impegnativa del trail running. In questo caso viene scelto il percorso più veloce, qualsiasi sia il terreno su cui correre. Il cross speed andrebbe affrontato solo dai veri professionisti di trail running.

Come si comincia il trail running?

Come già detto, se ti è mai capitato di correre su una superficie non strutturata, hai cominciato da tempo perlomeno con il cross running. Non ti manca molto al cross trail. Spesso è solo una questione di terreno giusto.

Poiché un normale cross trail prevede anche qualche dislivello, occorre tenerne conto nella scelta dei percorsi di allenamento, soprattutto se finora hai corso prevalentemente su terreni piani.

Non appena decidi di affrontare cross trail più impegnativi, dovresti adeguare anche l'attrezzatura. E la velocità: all'aumentare del grado di difficoltà dei trail che percorri, infatti, cresce anche il bisogno di attenzione, coordinamento ed equilibrio per stare in piedi.

Nel caso in cui tu alle prime armi nell'ambito del trail running, non dovresti assolutamente dimenticarti di goderti l'ambiente circostante prima di mettere alla prova la tua prestazione sportiva.

 

Se jogging e running sono per te una novità assoluta, nella nostra guida al jogging per principianti trovi tanti consigli utili, validi anche se vuoi cimentarti nel cross trail.

Di quale attrezzatura ho bisogno per il trail running?

Per il cross running non devi disporre per forza di un'attrezzatura speciale, è assolutamente sufficiente un «normale» equipaggiamento da corsa, per lo meno se il tratto del percorso sulla superficie naturale non è molto impegnativo. 

Non appena decidi di avventurarti su percorsi più ardui, dovresti procurarti anzitutto delle scarpe speciali da trail running. Queste offrono una maggiore presa, sono più robuste e spesso rafforzate sulla punta per proteggere le dita dei piedi da pietre e rami appuntiti. Se hai bisogno di aiuto nella scelta della scarpa da trail running perfetta, non esitare a rivolgerti a noi: la nostra analisi del piede gratuita e la consulenza per le scarpe da corsa ti saranno sicuramente utili.

Se si affrontano percorsi lunghi, è pratico portare con sé uno zaino in cui mettere acqua, cibo e vestiti di ricambio. Nella scelta dello zaino è importante trovare il compromesso perfetto tra peso minimo e spazio sufficiente.
Per ridurre al massimo il peso complessivo, possono rivelarsi utili anche i sistemi di idratazione leggeri e (se vuoti) salvaspazio.

Quali regole di comportamento valgono per il trail running?

I trail runner amano la natura. Va da sé, quindi, che la prima regola del trail running sia rispettare la natura il più possibile. «Trail» significa «sentiero». Chi dunque si allontana dal sentiero esistente non è un trail runner. Chi abbandona i rifiuti non ha capito il senso del trail running. E chi pensa di percorrere sentieri chiusi o zone naturali protette ha davvero sbagliato tutto.

 

Se per te queste regole di comportamento sono ovvie e ora hai voglia di fare la tua prima esperienza di trail running, non aspettare oltre! Non te ne pentirai di certo.


Outdoor