La tua tenuta adventure

 

Abbigliamento a strati – Consigli

L’abbigliamento varia a seconda dell’escursione e della stagione. L’acquisto di scarpe, zaino e, soprattutto, del giusto abbigliamento richiede particolare attenzione. La soluzione per un abbigliamento corretto è detto “a cipolla”, che significa prediligere tanti strati sottili piuttosto che pochi e pesanti.


Il primo strato trattiene il calore e l’asciutto

Il primo strato deve mantenere il corpo caldo e asciutto. Si consiglia di indossare un intimo morbido e leggero, per esempio capi in fibre sintetiche come il poliestere che non assorbono umidità e asciugano rapidamente. In abbinamento a quelle sintetiche si utilizzano anche fibre naturali, in particolare lana merino, che trasmettono l’umidità allo strato successivo dove questa evapora. Tale sistema consente di evitare che la superficie corporea si raffreddi.

 


Il secondo strato isola

Il secondo strato isolante si indossa sopra il primo strato. Per evitare di avere freddo, questo strato deve trattenere preferibilmente l’aria calda e contemporaneamente consentire un’elevata traspirazione, evitando una sudorazione eccessiva. Le fibre sintetiche (per esempio il pile) sono particolarmente adatte, in quanto conservano la loro coibenza termica anche quando sono bagnate e si asciugano più rapidamente delle fibre naturali come il cotone.

 


Lo strato esterno protegge

Lo strato esterno offre una protezione da vento e intemperie. A seconda delle condizioni meteorologiche, si indossa sopra il primo o il secondo strato ed è determinante per il benessere in generale. I capi di abbigliamento bagnati accelerano notevolmente la perdita di calore, ed è per questo motivo che lo strato esterno non deve assorbire l’acqua né lasciarla penetrare. Per proteggere il corpo dal raffreddamento dovuto all’evaporazione, il terzo strato deve essere al tempo stesso anche antivento. Per evitare l’accumulo di calore, lo strato di protezione deve essere traspirante. Per ottenere questo risultato, i capi sono costituiti da una membrana (GoreTex-ProShell), da un tessuto (Softshell) o da un rivestimento particolare.

Cura dell'abbigliamento funzionale – Consigli

Una manutenzione corretta consente di mantenere più a lungo l'effetto protettico della membrana in Gore-Tex. Per godere il più a lungo possibile dei propri capi di abbigliamento, occorre averne cura attenendosi a quanto indicato di seguito.

Lavaggio

  • Prima di procedere al lavaggio, chiudere le cerniere e le chiusure in velcro.
  • In generale vale quanto segue: meglio lavare più spesso con poco detersivo anziché raramente con molto prodotto. Attenersi scrupolosamente alle istruzioni del fabbricante.
  • Lavare i capi di abbigliamento con il ciclo delicato a 30 °C usando prodotti Nikwax specifici per il Gore-Tex o un detersivo per capi delicati.
  • Un risciacquo abbondante (meglio ripetere più volte il ciclo di risciacquo) consente di eliminare qualsiasi residuo di detersivo all’interno del materiale in Gore-Tex.
  • È assolutamente vietato usare candeggina e ammorbidenti!

Asciugatura

Per far asciugare i capi di abbigliamento in Gore-Tex è possibile usare l’asciugatrice alla temperatura minima o media. Anche in questo caso leggere attentamente le istruzioni del fabbricante.

L’impermeabilizzazione genera un effetto idrorepellente che non protegge soltanto dall’umidità ma anche dallo sporco. È importante sapere che riscaldando il materiale viene riattivata l’impermeabilizzazione originaria del fabbricante. Se dopo il passaggio nell’asciugatrice, si constata che l’effetto idrorepellente è scomparso, è sufficiente usare un prodotto impermeabilizzante adatto a proteggere il tessuto.