Le migliori alternative

Con il tempo se praticate solo la corsa può diventare piuttosto monotono. L’allenamento variato non è utile solo per la motivazione ma anche per evitare infortuni e sovraccarichi.

AquaFit eNordic Walking

Anche atleti al top come Viktor Röthlin entrano regolarmente in acqua per svolgere allenamenti che, da una parte stimolano il sistema cardiocircolatorio e allo stesso tempo risparmiano l’apparato motorio. Anche con le forme d’allenamento alternative bruciate calorie e grasso – ed avete un buon effetto allenante. Quali sono i migliori allenamenti alternativi?

Aqua-Fit: allenamento globale in acqua

Come molte altre cose, anche l’allenamento in acqua ha le sue origini in America. Un pilota e podista ambizioso di nome Glenn McWaters, precipitò con l’elicottero durante la guerra del Vietnam e si ferì gravemente. In collaborazione con “l’istituto di energetica“ in Alabama sviluppò un giubbotto in neoprene, che gli permise di muoversi in posizione verticale in acqua. Il nuovo allenamento in acqua si diffuse molto velocemente nella riabilitazione. Ma non solo in questo ambito. Molti sportivi ambiziosi riconobbero che in questo modo era possibile allenarsi di più senza caricare ulteriormente l’apparato motorio.

Markus Ryffel durante la sua preparazione ai giochi olimpici di Los Angeles nel 1984 conobbe il Deep Water Running. Durante i suoi seminari sulla corsa iniziò a svolgere le prime lezioni, e completò l’allenamento con la ginnastica in acqua – nacque così l’allenamento globale Aqua Fit, che d’allora prese incredibilmente piede in Svizzera. Un'altra pietra miliare messa da Ryffel Running per la prima volta nel 1996 fu l’attraversata del lago Aqua Fit. In media percorrono gli 1,3 km del Greifensee da 3000 a 4000 „Aqua-Fiziani“ – un record del mondo, che è stato perfino inserito nel libro dei Guinness.

Potete svolgere un allenamento di corsa in acqua – dalla corsa di resistenza al Fartlek – oppure una lezione completa di Aqua-Fit. E’ costituita così: 20 minuti ginnastica in acqua con esercizi posturali e di forza, seguiti da 30 minuti di Deep Water Running; per terminare 10 minuti di defaticamento (in acqua) e esercizi di rilassamento e allungamento; come supplemento potete ancora svolgere un allungamento a terra.

Nordic Walking: l’attività salutare perfetta

Il Nordic Walking è uno sport per deboli? Assolutamente no! Il Nordic Walking è una disciplina sportiva molto efficace, nella quale si sollecita la maggioranza dei circa 700 muscoli che possiede il corpo. Grazie al movimento dolce le articolazioni sono sollecitate un terzo in meno rispetto alla corsa. Nonostrante il carico decisamente minore il corpo brucia comunque molte calorie: circa 500 kcal all’ora, 250 in più che con il normale Walking, 100 in meno che correndo. In altre parole: Nordic Walking è un allenamento globale perfetto, la vera alternativa alla corsa, e si addice naturalmente molto bene anche a persone con problemi alle articolazioni o in sovrappeso – e per podisti ambiziosi dopo un allenamento intenso (il giorno seguente).

Il Nordic Walking si sviluppò come forma d’allenamento per fondisti durante l’estate. I primi bastoni da walking sviluppati apposta per il fitness arrivarono sul mercato nel 1988 negli USA come „Exerstrider“. Questa disciplina divenne poi molto popolare circa dieci anni più tardi, quando il finlandese Marko Kantaneva, un privato con molta esperienza in ambito del fitness e dello sport, assieme ai produttori di bastoni della Exel, svilupparono i bastoni speciali da Nordic Walking, che lì si chiamavano „sauvakävely“. Questa disciplina globale perfetta si espanse dalla Finlandia verso il mondo intero. A Soletta Ryffel Running organizza lo Swiss Walking Event, una delle più grosse manifestazioni di Walking, che conta regolarmente circa 5000 partecipanti.